I segnali inquietanti che un parente morto ti è venuto a visitare nei sogni

Condividi:

La perdita di una persona cara è un evento talmente traumatico (specie quando si affronta per la prima volta), che gli strascichi legati a questa circostanza possono durare anche mesi. Anni, nel peggiore dei casi. Se poi i nostri morti decidono di venirci a trovare in sogno (cosa che capita a tantissimi), l’impatto sulla nostra vita emotiva è ancora più accentuato, perchè cominciamo ad interrogarci sul significato di quella visita.
Domande del genere se l’è poste anche lo psicologo di fama internazionale Patrick McNamara, esperto talaltro proprio nel campo dei sogni. Dopo aver perso padre e madre, anch’egli ha vissuto vari sogni nei quali i suoi genitori gli parlavano. Afferma di essere riuscito con grandissima difficoltà ad evitare di credere i suoi genitori gli avessero effettivamente fatto visita dall’Aldilà. Vediamo come.

Ecco i sogni che ti dicono che un parente ti è venuto a visitare nei sogni

bosco

Se un esperto internazionale, che ha trascorso la sua vita nel tentativo di spiegare scientificamente cosa accade nei sogni, si ritrova a dover far forza su se stesso per non cascare nel tranello che la sua mente gli tendeva, immaginate quanto possa essere gravoso il compito di chi perde i propri cari, senza avere gli strumenti culturali per elaborare facilmente il lutto.

fantasma

Uno degli elementi ricorrenti in questi sogni è la salute del defunto, che appare migliorata rispetto al suo ultimo periodo, se non abbiamo casi di morte violenta. Il suo aspetto è spesso sano e vispo, magari anche più di quanto non accadeva quando era ancora in vita. E non meno spesso si rivolge al suo parente vivo, con termini rassicuranti circa il proprio stato: “Sto bene, non preoccuparti. Non sento alcun dolore”.

bacio

Se la maggior parte dei sogni ci resta più come una sensazione che come un ricordo, è anche perchè i sogni solitamente si presentano in maniera bizzarra e disorganizzata. I sogni che vedono come protagonisti i cari defunti sono invece di stampo del tutto opposto. Sogni vividi, chiari, definiti, tanto che una volta svegli si conserva perfettamente sia l’impressione ricevuta, che il ricordo intenso dell’ultimo abbraccio, o dell’ultima parola.

parente

Spesso le persone che non ci sono più “vengono in sogno” vestite di abiti quotidiani, con le gambe in ombra ed il busto ed il volto in bell’evidenza (magari contornati di una luce particolarmente spirituale). Comunicano telepaticamente senza muovere necessariamente le labbra, e raramente si fanno vedere subito dopo la loro morte. I sogni di “visita” avvengono dopo qualche tempo, e si possono protrarre anche per lunghi periodi, finchè il lutto non è stato del tutto elaborato..

(46 Visits)

Condividi:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.