Cose incredibili ritrovate in fondo al mare

Condividi:

 

La terra esiste da tantissimi anni ed è stata abitata da così tante persone che non finiremo mai di scoprire ciò che gli abitanti del passato hanno costruito o fatto. L’essere umano è curioso per natura e proprio per questo, da sempre ci sono uomini che partono alla ricerca di qualcosa di sconosciuto, da scoprire. Così sono state ritrovate alcune delle cose che si pensava fossero state perdute e alcune di cui non se ne conosceva nemmeno l’esistenza. Se siete curiosi di scoprire le cose più strane e e incredibili ritrovate in fondo al mare, siete nel posto giusto.

1. Computer risalente all’antica Grecia

meccanismo
Questo straordinario oggetto è stato ritrovato intorno al 1900. Il suo nome è “meccanismo di Antikythera” e viene considerato il primo computer analogico. La sua costruzione incredibilmente complessa e il fatto che sia stata sul fondo dell’oceano per migliaia di anni lo rendono un vero mistero. Si ritiene che questo artefatto possa predire le eclissi lunari e quelle solari secondo il ciclo di progressione aritmetica babilonese. Ovviamente questa è solo una teoria, e la funzione attuale difatto rimane ancora un mistero.

2. L’antica città di Thonis

thonis
La maggior parte della gente crede che una città che venga interamente sommersa dal mare e che di conseguenza possa scomparire, sia una cosa che possa accadere solo in qualche pellicola cinematografica. Purtroppo non è così. Le calotte glaciali in scioglimento e ad altri fattori, hanno realmente causato l’affondamento di città reali. Nel 2000 è stata ritrovata sul fondo dell’oceano la città perduta di Thonis, conosciuta dagli antichi greci come Heracleion. Thonis è stata in mare per migliaia di anni al largo delle coste dell’Egitto. Parti della città antica sono state portate in superficie per poter essere studiate. Gli scienziati non sono stati in grado di riportare in superficie l’intera città, ma di certo è una delle scoperte più sorprendenti della storia.

3. Il pesce di Lazarus “il Coelacanth”

lazerus
Fino al 1938, si credeva che questo pesce si fosse estinto oltre 65 milioni di anni fa. Tuttavia, quando un biologo marino ritrovò uno di questi pesci nel pescato giornaliero di un pescatore locale al largo della costa africana, si scoprì che questo pesce in realtà non era affatto estinto; non molto tempo dopo, è stato scoperto un secondo esemplare in Indonesia. La maggior parte dei pescatori ritiene che questa sia una cattiva cattura e infatti non cercano di venderla per il cibo.

4. I motori dell’Apollo 11

motori
La missione Apollo 11 partì per lo spazio nel 1969 ed è stato uno dei lanci più famosi della storia. Dopo la fine della missione, il ritorno sulla terra avvenne per ammaraggio e i motori affondarono in mare, dove rimasero fino all’arrivo della spedizione di Jeff Bezos che li ha portati via dal fondo dell’oceano in segreto. Dimostrato che fossero davvero i resti dell’Apollo 11 e dopo la restaurazione, sono stati esposti al Kansas Cosmosphere and Space Center. È stata davvero una scoperta incredibile.

5. Nave dei pirati e artiglieria

nave
I pirati non sono solo personaggi di fantasia nelle storie raccontate dai capitani di mare. Essi esistono realmente e il pirata più noto è sicuramente Barbanera. Alcune delle sue navi, sono state ritrovate in fondo all’oceano. Tra queste la “Queen Anne’s Revenge” è stata ritrovata nel 1966 . Inoltre nel 2013, il Dipartimento delle Risorse Culturali della Carolina del Nord effettuando delle immersioni, riuscì a rinvenire dei cannoni che pesavano più di 2 tonnellate ciascuno e finora sono stati trovati oltre 20 cannoni.

6. Microbi giurassici

microbi
Nel 2012 sono stati trovati i più antichi organismi mai vissuti sul pianeta. I microbi dell’era Giurassica sono stati trovati in profondità sotto al mare. Erano lì da oltre 86 milioni di anni.

7. L’argento perduto del terzo Reich

argento
Nel 1941, la “Britain’s SS Gairsoppa”, una nave da carico che trasportava quasi 240 tonnellate di argento, fu silurata dai nazisti e affondò a circa 300 miglia al largo della costa dell’Irlanda. Fino al 2012, la nave si pensava essere persa per sempre. Tuttavia l’Oddessey Marine Exploration di Tampa ha trovato oltre 61 tonnellate di argento sul fondo dell’Oceano Atlantico, che si stima valga circa $ 36 milioni. In più si ritiene che questo sia solo il 20 percento dell’argento totale a bordo quando la nave è affondata.

(210 Visits)


Contenuti consigliati:


Condividi:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.