conto non pagato

Quando il 22 febbraio uno dei clienti si era dileguato senza pagare il conto, Ana Isabel, la proprietaria del bar La Estacion – nel comune di Candaleda (Castiglia e Leon, Spagna) – aveva dato per scontato che si trattasse dell’ennesimo “sinpa” (termine che indica chi va via senza pagare il conto, “sin pagar”, senza pagare), qualcuno che avesse dunque fatto il furbo compiacendosi per averla fatta franca.

Un appellativo, “sinpa”, che in questo periodo in Spagna è molto utilizzato a causa di una truffa “di moda”: quella di andare via da un locale tutti insieme dopo un battesimo o un matrimonio facendo il trenino, scappando fuori dal locale e lasciando ai ristoratori conti salatissimi non pagati.

senza pagare il conto

Ma il cliente del bar La Estacion non era un sinpa. A scoprirlo, con stupore, è stata la proprietaria del locale che – a 17 giorni di distanza – ha ricevuto una lettera di scuse da quel cliente e una banconota da 20 euro.

Stimata signora – si legge nella lettera – Il 22 febbraio ho consumato un panino con la frittata, un’insalata russa e una bibita al limone nel vostro ristorante. Purtroppo, per una stupida svista, sono andato via senza pagare. Mi scuso per l’inconveniente causato e allego 20 euro. Cordiali saluti”.

La proprietaria del bar, sorpresa dalla lettera e dall’onestà del cliente, ha pubblicato la foto sulla pagina Facebook del ristorante. In poco tempo, l’immagine è diventata virale.

Se tutti si comportassero così il mondo sarebbe un posto migliore”, scrive un utente; “Grazie a queste persone possiamo avere ancora fiducia negli esseri umani”, aggiunge un altro; “Senza dubbio un buon esempio. In molti avrebbero pensato solo a se stessi, senza curarsi dei sacrifici del ristoratore”.

(389 Visits)


Contenuti consigliati: