Immagini terrificanti che ti fanno capire cosa era la chirurgia durante l’epoca vittoriana

Condividi:

La prossima volta che andate dal dentista, accompagnando ogni passo con 25 spropositi e 40 bestemmie, riguardatevi prima le immagini che stiamo per proporvi. Si tratta di disegni realizzati nell’epoca vittoriana, da chi aveva intenzione di celebrare o redigere scientificamente il lavoro dei medici e degli scienziati dell’epoca d’oro. Oggi quei disegni appaiono tutt’altra cosa: una sadica galleria degli orrori.
La chirurgia del tempo vantava ogni giorno dei piccoli progressi, ma siamo anni luce dal trattamento riservato ai pazienti di oggi. Allora, se si era tanto sfortunati da necessitare di un medico chirurgo, la paura del dolore, da sola, bastava a far dimenticare le sofferenze della malattia per cui andavano curati i pazienti. Niente di diverso dalle torture riservate agli eretici in epoca di inquisizione, se non fosse che qui le persone punite non erano accusate di nulla.

strabismo

La prima foto è riservata a sottolineare quanto un semplice strabismo poteva trasformarsi in un’occasione per ricreare uno degli standard dei classici horror dei giorni nostri: l’estensore oculare in fil di ferro. Per il resto gli attrezzi sono gli stessi di oggi. Ma la differenza…

h

… è tutta qui. Operazioni come questa non prevedevano anestesia. Chi può biasimare quel paziente se la sua espressione è così ostile e corrucciata? Gli stanno asportando la mascella, rompendo e tagliando in più punti, con lui in stato di perfetta veglia.

m

Perché mai limitarsi a stringere qualche grosso fazzoletto per provare a bloccare le arterie in caso di forte emorragia, quando si può comodamente affondare del metallo all’interno delle carni, fino a comprimere l’arteria stessa ed evitare ulteriori fuoriuscite di sangue?

e

Ed ecco a voi Robert Liston, uno dei primi medici ad operare con anestesia. Il suo intento alla fine di queste pubbliche dimostrazioni, non consisteva nell’evidenziare il sollievo arrecato ai pazienti, ma nel far notare come i tempi d’esecuzione si abbreviavano, fino al record di 3 minuti per un’amputazione.

r

Sarà che di questi attrezzi ne abbiamo visti tanti, nei film, negli ospedali; sarà che nel tempo sono rimasti pressoché identici. Ma pensare a quante volte quel metallo rimaneva incastrato nelle carni, anziché tagliarle come burro, quante volte quelle rotelline micidiali si sono aggrovigliate nella pelle, e c’è stato bisogno di strapparle via, fa venire i brividi.

s

Cosa fare per bloccare un semplice vaso sanguigno? Far schiudere l’ascella come fosse un fiore nascente, inserire una stringa per bloccare il sangue, stringere, e ricucire. Insistiamo: il buon vecchio fazzolettone stretto energicamente intorno al braccio?

piede

Probabilmente ora avrete la sensazione che qualcosa vi stia tirando tutti i legamenti presenti all’interno del piede, alla vista di questa illustrazione. Immaginate cosa provava chi si ritrovava a guardare il medico di turno, affettare il suo piede come si trattasse di un tozzo di pane, e staccare dita alla maniera dei macellai più raffinati.braccio

La procedura della legatura delle arterie si rende indispensabile ancor oggi, in determinati casi. Ma perchè vedere le foto di quanto succede oggi non fa così tanta impressione quanto assistere a questo scempio che facevano del braccio in epoca vittoriana?

lingua

Operare un cancro alla lingua è sicuramente più semplice che operare altri tipi di cancro, interni al corpo anziché esterni. Eppure siamo certi questo non riusciva proprio a consolare nessuno dei pazienti che si trovavano a soffrirne. L’idea che la propria lingua fosse tagliata con le forbici non fa piacere oggi come allora. Anche se il risultato estetico finale, non era così male.

dorso

Se da piccoli si rimediava una pallonata lì dove fa più male, si rimaneva giù a contorcersi per interi minuti, perchè il dolore sembrava apocalittico. Immaginate cosa volesse dire vedersi aprire un foro largo quanto una mano, proprio lì vicino, e sentire i ferri afferrare, i fili trapassare, le arterie stringersi. Concentriamoci sull’anestesia, è meglio. Oggi esiste.

 

(29 Visits)


Contenuti consigliati:


Condividi:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.