Il pinguino che nuota 8.000 km ogni anno per raggiungere l’uomo che lo ha salvato

Condividi:

Pinguino Dolce

La storia più commovente del giorno parte da una spiaggia del Brasile e parla di un pinguino di Magellano che ogni anno percorre a nuoto 8.000 chilometri per ricongiungersi all’uomo che gli ha salvato la vita. 
Joao Pereira de Souza, 71 anni, è un muratore in pensione e pescatore che vive in un villaggio appena fuori Rio de Janeiro. Ha trovato il piccolo pinguino tra le rocce di una spiaggia locale nel 2011, ricoperto di catrame ed agonizzante. Joao ha ripulito il petrolio dalle piume e lo ha nutrito con una dieta giornaliera a base di pesce.

Dopo una settimana, ha cercato di liberare Dindim, questo il nome che ha dato al pennuto, in mare. Ma l’uccello non aveva nessuna intenzione di lasciarlo. “È rimasto con me per 11 mesi e poi, subito dopo aver cambiato il piumaggio con le nuove penne, è scomparso”, ricorda Joao. Qualche mese dopo, Dindim è tornato dal pescatore: lo ha individuato su una spiaggia e lo ha seguito fino a casa. Negli ultimi cinque anni, Dindim ha trascorso otto mesi dell’anno con Joao e si pensa passi il resto del tempo al largo della costa di Argentina e Cile.

“Io amo il pinguino come se fosse mio figlio e credo che anche lui mi ami” ha detto Joao a Globo TV. “A nessun altro è permesso di toccarlo. Lui becca chiunque ci provi, mentre a me permette di tenerlo in grembo e dargli da mangiare”.

Il biologo professor Krajewski, che ha intervistato il pescatore per Globo TV, ha spiegato a The Independent : “Non ho mai visto nulla di simile prima. Credo che il pinguino consideri Joao parte della sua famiglia e, probabilmente, un pinguino”.

Fonte

(3 Visits)


Contenuti consigliati:


Condividi:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.