Ecco la pianta sudamericana che attiva il metabolismo e fa perdere peso davvero. MA NESSUNO NE PARLA!

Condividi:

Pianta dimagrire

Facendo una ricerca sul web potrete trovare tutti i suoi benefici immediato riguardo metabolismo e dimagrimento, tuttavia nessuno ne parla ampiamente, o meglio, nessuno la pubblicizza come si dovrebbe per una pianta dalle caratteristiche così importanti, medici compresi, favorendo invece l’utilizzo di farmaci e prodotti di case farmaceutiche…chissà perchè.

Il nome di questa pianta è llex paraguariensis e da essa si può ricavare un tè che prende il nome di ”mate”. Ha forti proprietà antiossidanti e contiene piccole quantità di caffeina. E può essere usata all’interno di una dieta ipocalorica per dimagrire.

Il mate, come appena accennato, è una bevanda energetica diffusa principalmente in Argentina. Gli indios erano soliti bere il mate da una zucca vuota essicata tramite una cannuccia che faceva da filtro. Questa usanza è stata tramandata fino ai giorni nostri.

Il mate contiene sostanze attive, come la caffeina, l’acido clorogenico (antiossidante), la teobromina (la stessa del cacao) e la teofillina che attivano la termogenesi, ovvero la capacità del corpo di bruciare i grassi (adipe) messi da parte come scorta. In particolare, la caffeina attiva le lipasi, enzimi che scindono i grassi rendendoli disponibili per l’utilizzo.

Gazie alla teobromina, il mate riduce la fame nervosa, soprattutto quella tipica della sindrome premestruale che comporta vere e proprie abbuffate, in genere di dolci. La teofillina, invece, fa aumentare la produzione di urina e potenzia l’attività drenante e anticellulite della bevanda o dell’integratore a base di matè.

La vitamina C e l’acido clorogenico presenti nel mate svolgono un’efficace azione antiradicali liberi e quindi sono utili per ritardare la comparsa dei primi segni dell’invecchiamento. In questo modo pelle e muscoli si mantengono più giovani e tonici.

L’integrazione con il mate, da farsi all’interno di una dieta dimagrante, aiuta la perdita del peso corporeo in eccesso soprattutto quando all’erba sudamericana si associano gli estratti di papaia, curcuma, sambuco nero e tè verde. Ideale poi l’abbinamento con fibre vegetali (fruttoligosaccaridi).

In commercio, soprattutto in molte erboristerie, si può trovare il mate da utilizzare come erba per infusi e, cosa da non sottovalutare, ad un costo davvero ridicolo.

(81 Visits)


Contenuti consigliati:


Condividi:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.