Facebook battuto da un social network per adulti. ”Indovinate come si chiama”

Condividi:

Face Banana

Dopo l’entrata in borsa di Facebook, non molto brillante dal punto di vista economico, ecco che il colosso in blu perde un’altra delle sue battaglie.

L’ormai noto sito norvegese FaceP***, accusato di aver violato il copyright sulla parola ”Face” posseduta dal social network in blu, ha vinto davanti ai giudici durante l’ultimo processo affrontato da Mark Zuckerberg.

In poche parole, il sito in questione permette agli utenti di scambiarsi foto e video a luci rosse, chattare, commentarsi le foto e mettere ”Mi piace”, proprio come Facebook, con la differenza che non esistono limitazioni e violazioni.

FaceP***, dunque, per la gioia di molti utenti, visto che si sta diffondendo a macchia d’olio, non dovrà cambiare ne il suo aspetto, ne le sue funzionalità, ne il suo nome, ma potrà rimanere com’è senza dover dare conto al giovane Zuckerberg.

(206 Visits)

Condividi:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.