Christina Symanski: la agazza disabile si è uccisa per liberare il suo fidanzato

Condividi:

Christina Symanski

Christina Symanski, 24 anni di Linden, nel New Jersey, non sopportava più di essere un peso per la sua famiglia e non sopportava più nemmeno pensare che potesse essere lo stesso per il suo ragazzo.

Fatto sta, che dopo l’incidente avuto 7 anni fa, una parte di lei era morta; Christina, che prima amava la danza e gli amici, si è chiusa improvvisamente in se stessa, sentendosi esclusa e depressa.

Il Daily Mail racconta nel suo articolo che la ragazza si è uccisa per regalare una vita migliore al suo ragazzo, visto che lo vedeva costretto a stare con lei soltanto per una questione di stima e rispetto nei suoi confronti.

Sul blog della ragazza, lei stessa ha raccontato ogni momento e ogni angoscia della sua vita, mettendo in evidenza tutta la sua fragilità.

Prima di suicidarsi, ecco cos’ha scritto: “Sapevo la realtà, non sarei mai migliorata. Non potevo guardare Jimmy scendere nell’inferno che era diventata la mia vita. Tutti i momenti passati insieme, tutto quel che potevamo fare era piangere. Ogni secondo mi uccideva. Volevo regalargli una vita migliore. Lo amavo troppo per essere egoista, dovevo lasciarlo andare, anche se mi avrebbe ucciso: ed è proprio quello che ho fatto. Spero che ci sia un paradiso, e che la mia separazione dalle persone che amo, sia solo temporanea”

La ragazza ha pubblicato questo e si è suicidata entro il giro di pochi minuti nella sua stessa stanzetta, senza dar tempo a nessuno di andarla a salvare.

 Per chi volesse, ecco il blog personale della ragazza: site.christinasymanski.com

(60 Visits)


Contenuti consigliati:


Condividi:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.