Se dormi anche dopo il suono della sveglia, sei più intelligente (secondo gli scenziati)

Condividi:

dormire dopo sveglia

Quante volte al suono della sveglia sul tuo cellulare hai allungato la mano per togliere il suono e ti sei girato dall’altra parte cercando di dormire ancora? Beh, sappi che secondo alcuni scienziati questo sarebbe sintomo di intelligenza e soprattutto ti porterebbe a vivere più felice (nonostante i tuoi ritardi).

A rivelarlo è stato un articolo pubblicato su Indipendent.co.uk dove le ricercatrici Satoshi Kanazawa e Kaja Perina hanno affermato che il nostro organismo tenderebbe ancora a seguire i ritmi dei nostri antenati, i quali andavano a dormire (e dunque si svegliavano) relativamente presto. I ritmi del giorno d’oggi invece impongono orari totalmente diversi, cosicché svegliarsi entro una determinata ora sarebbe un’imposizione al nostro corpo a cui non siamo fisicamente abituati.

Al contrario, seguire i ritmi naturali aiuterebbe a sviluppare ogni nostra potenzialità: è per questo che, in genere, le menti più creative sarebbero quelle che fanno più fatica a svegliarsi.

Se qualcuno di voi starà tentando di contraddire le due ricercatrici, si sbaglia di grosso, in quanto a confermare questa tesi è anche l’università di Southhampton, dov’è stata condotta un’indagine sulle abitudini del sonno di 1229 persone tra uomini e donne: a quanto pare i “gufi” (quelli che non vanno a dormire prima delle 23:00 e non si svegliano prima delle 8:00), per via delle circostanze socio-economiche in cui viviamo, proprio per via della loro caratteristica creatività si ritrovano ad avere uno stile di vita e stipendio migliori di chi invece va a letto prima. Questo è sintomo di maggiore felicità e una vita più appagante. A voi questo non risulta? Fatecelo sapere nei commenti di questo post. 🙂

(41 Visits)


Contenuti consigliati:


Condividi:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.