Tomas, diventa ricco a 11 anni vendendo le mele secche su internet

Condividi:

Tomas Vejmola

Il suo nome è Tomas e, a soli undici anni ha cominciato a vendere su internet rotelle di mele secche per potersi comprare un nuovo computer.

Ora gli affari, cominciati quasi per gioco, gli stanno andando davvero bene; lui guadagna bene, si gode su Facebook migliaia di sostenitori e il computer ora glielo ha regalato il maggiore rivenditore di informatica su internet. «Forse diventerò un imprenditore, avrò dipendenti e non dovrò occuparmi di tutto da solo», ha confessato sul social network Tomas Vejmola, di Mnisek pod Brdy, nei pressi di Praga.

Secondo quanto raccontato dal Daily Mail, il ragazzino sognava solo un computer sofisticato, troppo costoso secondo il parere dei genitori. E così ha deciso di guadagnarsi i soldi da solo, sfruttando le mele del suo giardino. In ottobre ha cominciato a produrre rotelle e di mele seccate e a venderle su internet a 40 corone (1,60 euro) a sacchetto.

Poi ha fatto un calcolo e s’è accorto che per potersi permettere il computer dei suoi sogni avrebbe dovuto produrre e vendere ben 544 sacchetti. «All’inizio usavo due essiccatrici, ma presto fui costretto a investire i soldi guadagnati per comprarmene altre due», ha confessato il piccolo imprenditore ai media. In due mesi il suo sito ‘tomaskovykrizalky.cz‘ e stato visitato da migliaia di ammiratori. Oltre a tagliare le mele e a seccarle, Tomas prepara da solo anche i sacchetti e li spedisce per posta. I genitori gli comprano sacchetti e cartoni e stampano le etichette. «Tomas non trascura i suoi obblighi a scuola e questa esperienza non può che servirgli nella vita», è convinto il padre.

Grazie alla sua voglia di fare, infatti, Tomas è riuscito a mettere insieme la somma per il computer, ma alla fine a regalarglielo è stato il più grande distributore di tecnica informatica ceco. «Tomas ha imparato che nulla e gratis e i soldi guadagnati li potrà investire in un altro modo», spiega il donatore ai media.

(48 Visits)


Contenuti consigliati:


Condividi:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.