Le aziende sono più propense ad assumerti se hai l’aspetto della donna a sinistra. Il motivo ti sconvolgerà.

Condividi:

I dati sulla disoccupazione parlano chiaro. A luglio il trend positivo che sopravviveva ormai da 4 mesi è stato bruscamente fermato. Un segnale positivo è arrivato solo per gli occupati con più di 50 anni: in calo purtroppo tutti gli altri. C’è da preoccuparsi? Sicuramente sì, ma, almeno per il momento, non abbiamo il potere economico per un’inversione di tendenza. Cosa puoi fare nel tuo piccolo? Semplice: non sprecare alcuna opportunità.

Se mai ti dovessi trovare ad affrontare un colloquio di lavoro, ricorda che il tuo eventuale e futuro datore impiega pochi secondi e poi è pronto ad esprimere su di te un giudizio in base alla prima impressione fatta a tua immagine e somiglianza. Niente di più ingiusto, sono d’accordo ma è così che va la vita.

Quindi prima di alzare bandiera bianca in ambito professionale, vediamo come poter migliorare la nostra situazione…

Oggi un nuovo studio ha messo in luce una realtà a dir poco inquietante: le donne più magre avrebbero maggiori probabilità di essere assunte rispetto alle colleghe più in carne. Come sono riusciti ad arrivare a questa triste conclusione i ricercatori? Semplice hanno creato una doppia immagine di un uomo e una donna e hanno chiesto alle persone chi fossero più propense ad assumere.

donneLa donna e l’uomo di destra avevano una faccia paffuta e un collo più spesso, mentre la coppia di sinistra era notevolmente più magra. I risultati hanno rivelato come le persone fossero più propense ad assumere la donna più magra. Purtroppo lo stesso discorso non valeva per gli uomini. E’ a questo punto che i ricercatori si sono domandati se non si trattasse di un pregiudizio di genere.

Secondo la loro opinione scientifica i risultati mostrano uno spaccato ‘profondamente inquietante’ dal punto di vista della parità di genere sul posto di lavoro. Questi risultati suggeriscono chiaramente che le donne sono in netto svantaggio rispetto agli uomini. Non importa, infatti, quale sia il loro livello di istruzione o quanto vasta sia la loro esperienza lavorativa, quello che conta alla fine è sempre il loro aspetto fisico.

uominiMolte finiscono per sabotare la propria carriera senza averne piena consapevolezza commettendo, ad esempio, errori stupidi relativi al regime di bellezza. Uno dei peccati che un datore di lavoro proprio non riesce a perdonare ad un candidato è quello di presentarsi al colloquio con le unghie scheggiate, segno che si è o nervosi o impreparati. Altro punto a sfavore sono le doppie che suggeriscono una certa pigrizia, mentre il mascara sbavato indica un animale da party così come l’autoabbronzante.

(30 Visits)

Condividi:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.