Stupra e uccide una ragazza: lo seppelliscono vivo insieme a lei. Ecco la giustizia in Bolivia!

Condividi:

Seppellito vivo

Se fosse successo in Italia forse l’avrebbero assolto, ma fortunatamente non in tutto il mondo è così. Questa tragica vicenda, infatti, ci arriva dalla Bolivia, dove a stuprare ed uccidere una donna di 35 anni madre di 2 bambini ci ha ”pensato” un diciassettenne sotto l’effetto di alcol.

Fatto sta, che quando è stato accusato dai testimoni, il ragazzo è stato accerchiato dalla folla del villaggio, legato e portato dove era seppellita la ragazza. A questo punto, mentre alcuni lo mantenevano fermo, altri presenti scavavano la fossa per seppellirlo vivo e consumare così la vendetta.

Come hanno spiegato le autorità del posto, questi episodi sono da imputare ai meccanismi di “giustizia comunitaria”, molto usati in aree rurali in cui la fiducia degli abitanti nei confronti dello Stato è quasi nulla e la magistratura quasi non ha peso.

(91 Visits)

Condividi:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.