Tappezza la città di manifesti ”PERDONAMI ANGELA”. La storia d’amore che ha sconvolto Salerno

Condividi:

Perdonami Angela

Scusa per essere mancato come marito e come padre, travolto da una tempesta di lavoro, che mi ha fatto fare molti errori e mi ha fatto dedicare il mio tempo a cose inutili e futili, perdendo di vista la cosa più importante che avevo al mio fianco, Tu e le nostre bimbe. Chiedo scusa alla tua famiglia, ai tuoi amici che ti hanno visto stare male per colpa mia, chiedo scusa alle nostre piccole, alle quali dobbiamo dare solo felicità. Quando un uomo sbaglia deve saper chiedere perdono, dimostrare con i fatti amore, rispetto e attenzione ed essere un punto di riferimento per i suoi cari… Ho la fortuna di aver ricevuto il dono di Dio per averci uniti e fatti divenire un’anima sola!”.

Il titolo del cartello, il cui testo integrale l’avete letto poco fa, era ”Ciao Angela, ti devo chiedere scusa”; insomma, più che scuse, per l’autore di questi manifesti che per un’intera giornata hanno invaso le strade di Salerno, si è trattato di un gesto plateale. All’ultimo si è firmato con le sue iniziali S.S. ma, a quanto pare, nel paese ancora nessuno ha capito di chi si tratta.

(46 Visits)

Condividi:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.